Graduatorie GPS 2024: Aggiornamento e Novità sulla Valutazione Titoli

Graduatorie GPS 2024: Aggiornamento e Novità sulla Valutazione Titoli

Indice dei contenuti

La prossima primavera del 2024 vedrà l’apertura e l’aggiornamento delle graduatorie GPS, anche se le date precise rimangono ancora incerte.

Tuttavia, il Ministero ha già dichiarato la sua intenzione di accelerare il processo delle supplenze, suggerendo che le procedure potrebbero avviarsi tempestivamente.

Cosa sono le GPS

Le graduatorie provinciali d’istituto, note come GPS, rappresentano gli elenchi prioritari per le supplenze quando le GaE (Graduatorie ad Esaurimento) non sono più disponibili in una specifica provincia.

Queste GPS si distinguono in diverse categorie, tra cui quelle per il posto comune (relative alle classi di concorso A o B per l’ITP), le graduatorie per il sostegno e le GPS del personale educativo.

Inoltre, esistono graduatorie incrociate specifiche per le supplenze relative ai posti di sostegno quando i candidati non possiedono il titolo richiesto.

Vi sono anche graduatorie per l’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, in cui confluiscono i docenti inclusi nelle GPS di A048 e A049.

Per entrambe queste ultime due tipologie, esistono una prima e una seconda fascia, a seconda del titolo di accesso.

Graduatorie GPS: Aggiornamento 2024

Per il 2024 sono previsti sia l’aggiornamento delle posizioni già esistenti che l’inserimento di nuovi candidati che soddisfano i requisiti di accesso.

La presentazione delle domande avviene tramite modalità telematica, utilizzando il servizio “Istanze on line”. Di solito, si hanno circa quindici giorni di tempo per l’inserimento dei dati.

Saranno predisposte tabelle di valutazione dei titoli, in base al titolo di accesso e ai titoli aggiuntivi, che influiranno sul punteggio complessivo.

graduatorie GPS 2024

È possibile selezionare una sola provincia per l’inserimento nelle GPS, indipendentemente dalle classi di concorso alle quali ci si candida.

Per quanto riguarda la scelta delle scuole (massimo 20 per ciascuna classe di concorso) in cui comparire nelle graduatorie d’istituto per le supplenze, le indicazioni saranno fornite dai Dirigenti Scolastici.

Nel corso degli ultimi tre anni scolastici, le GPS di prima fascia per il sostegno sono state utilizzate per le assunzioni a tempo determinato finalizzate all’inserimento in ruolo. Per il 2024/2025, al momento, non esiste ancora una normativa che ne autorizzi l’utilizzo.

Punteggi per titoli

Per quanto riguarda i punteggi, la tabella di valutazione dei titoli subirà probabilmente delle modifiche.

Queste modifiche saranno specifiche per il grado di scuola e la posizione comune/sostegno, in particolare per l’assegnazione di punteggi ai nuovi titoli di abilitazione.

È importante notare che ci sono alcune novità già in vigore dal punto di vista normativo, meritevoli di attenta riflessione.

Infatti, con la recente modifica della normativa universitaria, è ora possibile ottenere due titoli nello stesso anno accademico. La domanda che sorge è se entrambi questi titoli potranno essere considerati nel calcolo del punteggio GPS.

Maggiorazione di 3 punti per i concorsi

Mentre questa non costituisce una novità, finalmente molti aspiranti avranno l’opportunità di guadagnare i 3 punti supplementari legati al superamento del concorso ordinario. Questo diventa possibile grazie alla pubblicazione delle graduatorie, dal momento che in molte situazioni nel 2022 era stata eseguita solo la prova scritta.

Tali punti diventeranno un fattore di peso nelle valutazioni.

Incremento di 3 punti per supplenze di sostegno con titolo

Tra le modifiche apportate dal decreto che è stato convertito in legge e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 16 agosto 2023, sono previsti punti aggiuntivi per i docenti di sostegno che conseguono la specializzazione in sostegno.

In particolare secondo le disposizioni, verrà riconosciuto un ulteriore punteggio di 3 punti per ogni anno di servizio prestato in posizioni di sostegno dopo aver conseguito il titolo di specializzazione in sostegno.

Per ulteriori novità e conferme bisognerà attendere altre decisioni da parte del Ministero.

Continua a seguire il nostro blog per restare sempre aggiornato.

A presto!

A Cura dell’ Avv. Ferdinando Rinaldo

PS. Seguici anche su Facebook.

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 2 Media: 4]

CONDIVIDI IL POST

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare Leggere

Iscrizione newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità del nostro centro di formazione Specializzata.