Insegnanti di sostegno: Decreto sul nuovo reclutamento

Insegnanti di sostegno: Il Decreto sul nuovo reclutamento

Indice dei contenuti

Il MIUR ha pubblicato il nuovo decreto sulla procedura di reclutamento degli insegnanti di sostegno.

Tale decreto è ormai reso ufficiale in vista della pubblicazione del prossimo bando di concorso relativo all’assunzione dei docenti per il sostegno.

In particolare, il decreto ministeriale 259 del 30 settembre 2022, formalizza il percorso di assunzione a tempo indeterminato degli insegnanti specializzati sui posti di sostegno per ogni ordine e grado di istruzione.

Si rivolge a tutti coloro che hanno superato il tirocinio formativo attivo (TFA).

Vediamo subito di cosa si tratta.

Cosa prevede il decreto per gli insegnanti di sostegno

Appena il concorso sarà emanato potranno parteciparvi coloro che avranno superato il TFA sostegno.

La specializzazione sul sostegno potrà anche essere conseguita all’estero ma deve essere completa di specifico riconoscimento.

Qualora si è in ancora in attesa di tale riconoscimento al momento della pubblicazione del bando, si potrà partecipare al concorso con riserva.

Insegnanti di sostegno

Nel bando sarà specificato che gli insegnanti potranno partecipare al concorso per una sola regione e per tutti i posti per cui avranno il titolo.

I posti a concorso sui diversi ordini e gradi di istruzione saranno quelli rimasti dall’esaurimento delle graduatorie per le assunzioni a tempo indeterminato comprese quelle a esaurimento GAE e quelle dei concorsi già espletati.

Tale procedura (limitatamente alla scuola secondaria) resterà in vigore fino al 31 dicembre 2025.

Insegnati di sostegno: Assunzioni in ruolo

I docenti inseriti in graduatoria verranno assegnati attraverso la procedura informatizzata ad una scuola ed otterranno un contratto annuale a tempo determinato al 31 agosto per l’anno di formazione e prova.

Per essere più precisi, dopo aver svolto il percorso di formazione e prova con test finale e aver superato positivamente la prova disciplinare di idoneità con una commissione esterna gli insegnanti di sostegno potranno entrare in ruolo, quindi ottenere un contratto a tempo indeterminato.

L’assunzione degli insegnanti di sostegno immessi in ruolo avverrà a patire dal 1° settembre dell’anno scolastico successivo a quello dell’incarico.

Il ruolo sarà confermato nella stessa scuola in cui si stato prestato servizio a tempo determinato.

L’anno di formazione non superato potrà essere ripetuto una sola volta.

Chi non supera la prova disciplinare per il reclutamento degli insegnanti di sostegno non viene assunto a tempo indeterminato, verrà escluso dalla graduatoria e non può accedere neanche in una diversa regione.

Il servizio verrà comunque valutato per le assunzioni a tempo determinato (per la posizione nelle graduatorie GPS).

Continua a leggere i nostro blog.

A presto.

Lo Staff di RF Consulting

PS. Seguici anche su Facebook.

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

CONDIVIDI IL POST

1 commento su “Insegnanti di sostegno: Il Decreto sul nuovo reclutamento”

  1. Buongiorno, chiedo informazioni riguardo al percorso formativo per poter partecipare al concorso come insegnante di sostegno. Ho 51 anni, un diploma superiore di ragioneria e sto seguendo un Master, come coordinatore e operatore di strutture d’accoglienza, se inizio un tfa, poi potrei partecipare al concorso per insegnante di sostegno, avrei i requisiti?
    Grazie, Katia artioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare Leggere

Iscrizione newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità del nostro centro di formazione Specializzata.